Email Facebook Twitter LinkedIn
×ECR Party
The Conservative
ECR Party
TheConservative.onlineTwitterFacebookInstagramYouTubeEmailECR Party’s multilingual hub for Centre-Right ideas and commentary
ItalianItalianEnglishBulgarianCroatianCzechMacedonianPolishRomanianSpanishSwedish
The Conservative
Notizie & Commenti   |    TV   |    Print   |    Giornalisti

Guerriglia a Beirut: almeno cinque morti e diversi feriti nelle proteste in Libano per l’esplosione al porto

Durante una manifestazione contro il giudice che conduce l'inchiesta sull'esplosione, un cecchino non identificato ha aperto il fuoco sulla folla al Palazzo di Giustizia della capitale. ...

Un uomo armato ha aperto il fuoco durante la protesta di Hezbollah che chiedeva la rimozione del giudice che conduceva le indagini sull'esplosione del porto di Beirut

L'esercito libanese ha schierato i carri armati per le strade di Beirut giovedì dopo che una protesta per l'esplosione del porto 2020 è sfociata in una violenza caotica che ha lasciato almeno cinque persone morte.

Durante una manifestazione contro il giudice che conduce l'inchiesta sull'esplosione, un cecchino non identificato ha aperto il fuoco sulla folla al Palazzo di Giustizia della capitale. La protesta era stata co-organizzata dai gruppi militanti sciiti Hezbollah e Amal.

I funzionari libanesi hanno detto che cinque persone sono state uccise dagli spari, compresa una donna di 24 anni che è stata uccisa da un proiettile vagante nella sua casa, aggiungendo che circa 30 persone sono state ferite.

Najib Mikati, il primo ministro libanese, ha invitato alla calma e ha esortato i libanesi a evitare "lotte civili", mentre l'esercito libanese ha minacciato di sparare a tutte le persone armate nelle strade.

L'improvviso scoppio di violenza è stata una grande escalation nello stato colpito dalla crisi, che è già alle prese con un tracollo economico insieme a carenze di energia e carburante.

Le forti tensioni su un'indagine sulla catastrofica esplosione del porto dell'agosto 2020 sono cresciute, con Hezbollah, pesantemente armato e sostenuto dall'Iran, che ha guidato le richieste di rimozione del giudice Tarek Bitar, accusandolo di pregiudizio.

Hezbollah e Amal sono sospettati di aver montato la protesta nel tentativo di minare l'inchiesta, che ha recentemente emesso un mandato di arresto per un membro di Amal ed ex ministro che era presumibilmente a conoscenza del negozio di nitrato trascurato che ha innescato l'esplosione.

L'esplosione del 2020, una delle peggiori esplosioni non nucleari della storia, ha ucciso più di 200 persone e devastato ampie zone di Beirut.

Più tardi, giovedì, alcuni uomini armati di gruppi militanti libanesi hanno sparato centinaia di proiettili contro edifici e in aria nel centro di Beirut. Alcuni militanti hanno anche sparato lanciarazzi RPG in aria, apparentemente a caso.

Il Libano sta già affrontando terribili carenze di carburante e di elettricità, quest'ultima spesso lasciando interi quartieri senza corrente per giorni e giorni. Le segnalazioni di avvelenamento da cibo sono anche aumentate significativamente, dato che i negozi non sono in grado di tenere le loro merci al fresco.

L'attacco del cecchino di giovedì ha avuto luogo al confine tra i quartieri cristiani e quelli musulmani sciiti di Beirut, ed è stato una linea di confine nella guerra civile libanese, iniziata ad Ain el-Remmaneh nel 1975.

La TV al-Manar di Hezbollah ha detto che gli spari hanno preso di mira i manifestanti che si dirigevano verso il palazzo, mentre le immagini pubblicate sui social media hanno mostrato decine di bambini nascosti nel corridoio di una scuola vicino alla zona.

L'esercito ha riferito "esplosioni di colpi d'arma da fuoco nella zona di Tayouneh - Badaro", una zona largamente residenziale di Beirut.

"L'esercito si è affrettato a circoscrivere la zona e a schierarsi nei suoi quartieri e al loro ingresso. Le pattuglie sono iniziate così come la ricerca dei tiratori per trattenerli", ha detto in un comunicato.

Da giovedì sera la situazione sembrava essersi calmata, anche se c'erano sporadiche segnalazioni di spari.

Imparentato

Iceland’s David Oddsson

Setting the Record Straight

Hannes H. Gissurarson 17 January 2022

Burke and Acton

Two Thinkers for All Seasons

Hannes H. Gissurarson 16 January 2022

Iceland’s David Oddsson

Setting the Record Straight

Hannes H. Gissurarson 17 January 2022

Burke and Acton

Two Thinkers for All Seasons

Hannes H. Gissurarson 16 January 2022

Iceland’s David Oddsson

Setting the Record Straight

Hannes H. Gissurarson 17 January 2022

Burke and Acton

Two Thinkers for All Seasons

Hannes H. Gissurarson 16 January 2022

Iceland’s David Oddsson

Setting the Record Straight

Hannes H. Gissurarson 17 January 2022

Burke and Acton

Two Thinkers for All Seasons

Hannes H. Gissurarson 16 January 2022